Territorio

Altopascio

Altopascio è oggi un importante comune della Provincia di Lucca, anche se appartiene geograficamente al lembo più estremo della Valdinievole: la caratteristica di centro viario a cavallo di più territori, se lo ha reso famoso soprattutto nel Medioevo, continua ad essere elemento connotante di Altopascio. Posto infatti fra le province di Lucca, Pistoia, Pisa e Firenze è centro urbano di grande rilievo: smista il traffico attraversante un ambito territoriale che va dalla Garfagnana alla Valdelsa, e si distingue per una fiorente attività economica di industria e di commercio, con un settore terziario anche avanzato in grande espansione, e con la produzione di un pane davvero famoso.
Il territorio del Comune comprende, oltre al capoluogo, le frazioni di Spianate, Marginone e Badia Pozzeveri, per una popolazione complessiva di qualcosa in più di diecimila abitanti.

Capannori

Capannori è fatto di tanti borghi e paesi, molti dei quali di origine altomedievale: la zona Sud, quella di Castelvecchio di Compito, Pieve di Compito, S.Andrea di Compito, Colle di Compito, San Ginese, Ruota, Castelvecchio di Compito Vorno e Guamo, è forse quella caratterizzata maggiormente dalla presenza delle numerose torri di avvistamento; il versante Nord, quello di San Gennaro, Segromigno Monte, Gragnano, Petrognano, S.Andrea in Caprile, Matraia, Tofori e Camigliano, è invece il territorio delle Ville Monumentali.
Agriturismo e Fattorie sono la testimonianza di una antica civiltà contadina.
Il territorio può offrire infinite possibilità per gli amanti dei prodotti tipici, del trekking, mountain-bike o equitazione. Tra le attrazioni turistiche merita la visita all’Acquedotto del Nottolini a Guamo o, per le colline, le Ville e le belle Pievi medioevali.

Montecarlo

Il Comune di Montecarlo è posto in Provincia di Lucca ed il suo territorio ha un’estensione di 1559 ettari ed una popolazione di circa 4.335 abitanti.
Il Centro storico, ben conservato ed ancora circondato dalla splendida cinta muraria, sorge su di un colle isolato, ad un altezza di m. 163 s.l.m.
Il territorio del Comune è costituito da agglomerati storicamente riconosciuti dalla Comunità dei quali i più significativi sono: Capoluogo, Fornace, Gossi, Luciani, Micheloni, San Giuseppe, San Piero, San Salvatore e Turchetto.
Montecarlo è conosciuto e apprezzato per la straordinaria qualità dei vini che produce ed esporta in tutto il mondo.
Proprio questi vitigni, compresi nel disciplinare del vino DOC di Montecarlo, hanno caratterizzato profondamente l’assoluta singolarità di questi vini, che vantano oltre un secolo di felicissimo ambientamento e armonico radicamento nel territorio di Montecarlo, Altopascio, Capannori e Porcari, i quattro paesi che formano il terroir dei vini di Montecarlo. Si è realizzato così un armonico blend tra i vini autoctoni e i vitigni cd migliorativi di origine francese, secondo le tendenze e gli orientamenti della più innovativa scienza viticola italiana e toscana.

Pescia

La città di Pescia ha antiche origini medievali; divisa dal fiume, è nettamente contraddistinta da due settori urbani: quello della Cattedrale e quello del Palazzo Comunale, ove si estende la grande piazza.
Antichi palazzi ed eleganti chiese caratterizzano il centro storico che, nonostante abbia subito notevoli interventi, possiede ancora la sua forma originaria.
Il Comune di Pescia si estende su una superficie territoriale di 79,14 Km2. I suoi centri di maggiore attrazione turistica sono i Castelli della Valleriana e il paese di Collodi che è famoso in tutto il mondo perché l’autore delle Avventure di Pinocchio volle chiamarsi con il nome di questo paese.
Oggi la città di Pescia è nota per la produzione florovivaistica e per il centro di commercializzazione dei fiori dell’Italia Centrale.

Porcari

L’ipotesi più affascinante fu quella che faceva derivare Porcari da Portus Carolis, ovvero Porto di Carlo, così come Monte Carlo, il comune limitrofo, poteva derivare da Mons Carolis. Tale teoria era confortata dalla presenza “ab antico” e fino al 1855 del Lago di Sesto (o di Bientina) sul quale Porcari si affacciava costituendo un porto naturale ed importante.
Porcari è un piccolo comune, autonomo dal 1913, dopo secoli di dipendenza dal vicino Capannori. A partire dagli anni Sessanta del Novecento, la sua economia è basata sull´industria, soprattutto cartaria, che attrae operatori economici e maestranze italiane e straniere.
Il borgo moderno, che si sviluppa intorno alla chiesa di S. Giusto, dalla facciata in marmo bianco, non ha una specifica vocazione turistica ma il territorio comunale offre tracce di un passato davvero remoto. Lo testimoniano ritrovamenti archeologici dell´età del Bronzo, nella zona di Fossa Nera e di un insediamento etrusco e poi romano presso il lago di Sesto.
La storia del borgo continua nel medioevo quando Porcari diventa un bastione di difesa per Lucca: a questo periodo risale l´edificazione del castello di cui purtroppo si sono conservati pochi resti.